SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER CONSEGUIRE IL BREVETTO DI “ASSISTENTE BAGNANTI” PER PISCINA.
IL BREVETTO E’ RICONOSCIUTO DALLA INTERNATIONAL LIFE SAVING  ED E’ VALIDO IN EUROPA E NEL MONDO NEI 115 PAESI ADERENTI ALLA I.L.S. OLTRE OVVIAMENTE A ESSERE RICONOSCIUTO DAL MINISTERO COMPETENTE PER LO STATO ITALIANO

Il corso si svolgerà presso la Piscina Comunale di CHIERI  “DINAMICA S.S.D.”
L’inizio previsto del corso è: Lunedì 28 Gennaio 2019.
Le iscrizioni si accettano fino a Sabato 26 Gennaio 2019.
L’incontro per sostenere la prova di idoneità natatoria e per ottenere le informazioni inerenti il corso e il suo svolgimento si terrà Venerdì 18 Gennaio 2019 alle ore 19:30 presso la piscina la  Piscina Comunale di CHIERI in Via F.lli Fea 1 Chieri (TO)                              
Info Tel.011/94.12.805  

PECULIARITA’ DEL BREVETTO:

Il brevetto di Assistente Bagnanti è un titolo professionale riconosciuto valido anche per:

  • Arruolamento volontario nella Marina Militare (DM 01/09/2004, art.8).
  • Arruolamento volontario nell’Esercito (DP. Prot.n.M_D GMIL_02I3200085087 del 10/07/2006 –  bando arruolamento V.F.P.1).
  • Attribuzione del credito formativo agli esami di Stato della Scuola Secondaria di II^ grado(DPR 23/07/1998 n.323 art.12 e DM n.49 del 24/02/2000).
  • Impiego dei militari delle FF.AA. in compiti connessi al brevetto,la cui trascrizione matricolare è autorizzata dal Ministero della Difesa.
  • Il brevetto di Assistente Bagnanti FIN può essere trascritto nei fogli matricolari del personale militare dell’Esercito, della Marina Aeronautica, dell’Arma dei Carabinieri e per il personale della Polizia di Stato. 

COSTI CORSO ASSISTENTE BAGNANTI

Corso P (piscina) €. 200,00 da versare alla Federazione Italiana Nuoto tramite pagamento da portale online federnuoto + €110,00 da versare direttamente presso la segreteria della piscina di Chieri.

In seguito al Corso P si potrà svolgere l’estensione IP (interni) o MIP (mare)

Chi è: Formato e abilitato dalla Federazione Italiana Nuoto, sezione Salvamento, l’Assistente Bagnanti FIN è lo specialista che veglia sulla sicurezza di chi frequenta piscine e stabilimenti balneari marini o lacustri; capace ed esperto negli interventi di soccorso di chi si trova in situazione di pericolo in acqua. Cosa fa: Sue funzioni specifiche sono: • prevenire gli incidenti in acqua con una sorveglianza attenta e intelligente; farvi fronte quando avvenuti, mettendo in atto quelle tecniche di salvataggio e di primo soccorso acquisite nel corso di formazione e periodicamente aggiornate • regolare le attività di balneazione vegliando sul comportamento degli utenti • applicare e far rispettare le ordinanze della Capitaneria o il regolamento della piscina • verificare periodicamente la chimica delle acque nelle piscine e le condizioni igieniche dell’ambiente Le competenze acquisite nel corso di formazione gli consentono di intervenire in modo adeguato per praticare il primo soccorso, anche in caso di asfissia e arresto cardiaco. Il suo lavoro richiede disponibilità per trattare con il pubblico, capacità di rimanere vigile anche quando (grazie anche alla sua azione preventiva) non succede nulla, ma anche di dar prova di tutta la sua determinazione e competenza nelle situazioni di emergenza. Ha la responsabilità della sicurezza dei bagnanti: ne risponde in prima persona sia sotto l’aspetto civile che penale. Ha il dovere di mantenere al meglio la forma fisica e l’abilità tecnica con costanti allenamenti e periodici corsi di aggiornamento. Ma è soprattutto dall’abilità di prevenire che si distingue un buon Assistente bagnanti: convincere, cioè, con l’esempio e l’autorevolezza, con simpatia e disponibilità a rispettare gli accorgimenti utili alla sicurezza ed evitare comportamenti potenzialmente pericolosi. Può essere considerato un avamposto di Protezione Civile, essendo istituzionalmente l’esperto della prevenzione (avendo le conoscenze utili per valutare cambiamenti nelle condizioni meteo, per prevedere gli sviluppi perniciosi di situazioni a rischio…) e il primo addestrato a intervenire in caso di emergenza, anche con manovre salvavita. Apposite leggi e circolari ministeriali prevedono la figura dell’Assistente Bagnanti, ne stabiliscono la presenza obbligatoria in ogni struttura di balneazione aperta al pubblico, riconoscono la particolare competenza della FIN nella formazione degli stessi, la validità del titolo FIN per il disimpegno dell’attività, stabiliscono il numero di operatori necessari in funzione delle caratteristiche dell’impianto. Grazie alla firma del protocollo d’intesa tra Ministero competente e FIN per l’inserimento della materia nel corso di formazione, gli Assistenti Bagnanti rappresentano anche un importante supporto alla salvaguardia dell’ambiente.

Requisiti: Per partecipare al corso Assistente Bagnanti è richiesta UN’ETÀ COMPRESA FRA I 16 E I 55 ANNI. È prevista una PROVA PRATICA DI AMMISSIONE: • eseguire un tuffo dall’altezza di almeno un metro sul livello dell’acqua • nuotare correttamente per almeno 50 metri a crawl • nuotare correttamente per almeno 25 metri a rana • nuotare correttamente per almeno 25 metri in un terzo stile a scelta • recuperare un oggetto ad almeno 3 metri di profondità oppure percorrere almeno 12 metri sott’acqua. Chi è in possesso della certificazione SA NUOTARE DUE rilasciata da una Scuola Nuoto Federale può partecipare al corso senza sostenere la prova pratica. L’elenco delle Scuole Nuoto Federali è consultabile online al link: federnuoto.it/scuole-nuoto Va inoltre prodotto un CERTIFICATO MEDICO DI STATO DI BUONA SALUTE rilasciato dal medico di base o da un medico sportivo e copia del permesso di soggiorno se cittadino non comunitario. Corsi: Ci sono tre tipologie di corso: • CORSO P: abilita all’assistenza IN PISCINA • CORSO IP: abilita all’assistenza IN PISCINA E IN ACQUE INTERNE (fiumi, laghi) • CORSO MIP: abilita all’assistenza IN PISCINA ACQUE INTERNE E ACQUE APERTE (mare) I corsi prevedono 20 ore di teoria, 50 di esercitazioni pratiche e 30 di tirocinio. Per il conseguimento del brevetto è necessario superare un esame teorico e pratico. I tecnici in possesso di brevetto FIN, gli atleti agonisti e i possessori dell’attestato di Abilità al Nuoto per Salvamento rilasciato da una Scuola Nuoto Federale possono frequentare il corso SPECIAL FIN con programma e costo ridotto. Si precisa che coloro che intendono sostenere la prova di ammissione devono obbligatoriamente compilare la domanda di iscrizione al corso al fine di poter godere della copertura assicurativa infortuni e versare presso la piscina € 10,00 per l’ingresso e diritti di segreteria.  Tesseramento: Una volta superato l’esame, l’Assistente Bagnanti viene tesserato per la FIN e può iniziare ad esercitare la professione. Il tesseramento ha validità triennale. Ogni tre anni l’Assistente Bagnanti può rinnovare il tesseramento FIN, ottemperando agli adempimenti amministrativi. Chi è in possesso della certificazione SA NUOTARE DUE non è tenuto a sottoporsi alla prova pratica. Il tesseramento comprende: • copertura assicurativa infortuni • accesso alla piattaforma online formazione.federnuoto.it per autoaggiornamento teorico • servizio di assistenza ai tesserati (salvamento.brevetti@federnuoto.it)

70 ore – delle quali almeno 26 ore di lezioni teoriche e teorico-pratiche in aula e almeno 14 ore di lezioni pratiche in acqua 30 ore di tirocinio – per il brevetto P. 76 ore – delle quali almeno 26 ore di lezioni teoriche e teorico-pratiche in aula, (per l’aggiunta, rispetto al brevetto P, di 4 ore di ordinanze, regolamenti e/o codice della navigazione) e almeno 20 ore di lezioni pratiche in acqua (per l’aggiunta, rispetto al brevetto P, di 4 ore di voga) 30 ore di tirocinio- sia per il brevetto IP, sia per il brevetto MIP. Il corso per Assistenti Bagnanti della Sezione Salvamento della Federazione Italiana Nuoto risponde ai requisiti previsti dalle linee guida della ILS (International Life Saving Federation) per il riconoscimento dei brevetti in sede internazionale.

PROGRAMMA DI TEORIA: Il Salvamento della F.I.N.:

  • Cenni storici sul Salvamento, ruolo della F.I.N.; 
  • Protezione Civile, statistiche, compendio legislativo; 
  • Le organizzazioni Internazionali; 
  • La figura dell’A.B.; 
  • Le caratteristiche dell’A.B., le competenze, la prevenzione degli incidenti, la sorveglianza balneare, l’assistenza alle manifestazioni sportive acquatiche;
  • Tutela e salvaguardia dell’ambiente;
  • L’inquinamento idrico; l’emergenza di fronte all’inquinamento ambientale;la catena del soccorso ambientale: ruolo dell’A.B.; 
  • L’Assistente Bagnanti e la Protezione Civile.

Gli aspetti Giuridici del Salvamento:

  • Responsabilità civile e penale, la colpa, imprudenza, negligenza e imperizia; Leggi e regolamenti degli impianti natatori.

Gli impianti natatori:

  • Caratteristiche delle piscine, il trattamento dell’acqua, sistema di ricircolo dell’acqua, filtrazione, controllo del ph, cloro, registro di vasca e registro autocontrollo.

Anatomia e fisiologia del sistema respiratorio

  • Le vie respiratorie, gli atti respiratori, cenni di meccanica respiratoria;
  • Anatomia e fisiologia del sistema cardiocircolatorio;
  • Il cuore, il sangue, la circolazione del sangue;

La rianimazione cardio-polmonare di base – BLS-D e D.M. n. 388/2003 in attuazione del art. 45 del D. Lgs 81/2008 (ex 626/94) 

  • La catena del soccorso sanitario;
  • Allertare il sistema di soccorso; 
  • Riconoscere un’emergenza sanitaria; 
  • Supporto delle funzioni vitali – nuove linee guida protocollo di rianimazione adulto e pediatrico; 
  • BLS per asfittici – pediatrico e con due soccorritori
  • La defibrillazione: note informative

Esercitazione pratica di BLS-D (con manichino) Fisiopatologia dell’annegamento, le asfissie e le sincopi.

  • La definizione dell’annegamento, annegamento in acqua dolce e in acqua salata, gli effetti dell’annegamento;
  • Le sincopi: vascolari e cardiache, le sincopi causate dall’acqua; 
  • Dalla lipotimia alla morte cerebrale
  • Soccorso nelle sindromi respiratorie acute e in quelle cerebrali; soccorso nelle sincopi.
  • Primo soccorso
  • L’intervento nell’emergenza sanitaria in piscina e sul luogo di lavoro dovuta a: ictus cerebrale e altre forme di sindromi cerebrali acute, epilessia, edema;
  • Traumi osseo articolari: Trauma cranico e alla colonna vertebrale, fratture ossee, lussazioni, distorsioni, strappi e crampi muscolari;
  • Traumi addominali;
  • Emorragie.

Pronto soccorso e nozioni di termoregolazione: 

  • Conoscere le principali patologie legate all’ambiente di lavoro;
  • Riconoscere i limiti di intervento; 
  • Tecniche di auto-protezione; 
  • Malattie cutanee in piscina: sintomatologia e prevenzione;
  • Intossicazioni e avvelenamenti , intossicazioni e ustioni da agenti chimici e biologici. Folgorazioni;
  • Fisiologia della termoregolazione, risposte al caldo, risposte al freddo, colpo di sole, colpo di calore, ustioni, cenni di fisiopatologia, attività subacquea, assideramento.

L’Assistente Bagnanti ed il mare:

  • Capitaneria di Porto e Guardia Costiera, il demanio marittimo e la navigazione da diporto, le ordinanze, la voga e il salvataggio in mare;
  • Attività in mare: sci nautico, windsurf, moto d’acqua, attività subacquea;
  • Il soccorso in mare.

Cenni di meteorologia:

  • L’atmosfera, densità, pressione, temperatura, umidità, la circolazione dell’aria, la formazione delle nubi e le precipitazioni, il vento, la rosa dei venti.

Esercitazioni di primo soccorso: Intervento nell’emergenza sanitaria in piscina e sul luogo di lavoro. N.B. Per accedere all’esame finale ogni corsista deve aver svolto l’esercitazione di BLS con il simulatore (manichino). PROGRAMMA PRATICA: Le quattro nuotate. I tuffi, le nuotate per salvamento. L’ entrata in acqua e l’approccio con pericolante: avvicinamento e preparazione al trasporto. Le prese di trasporto con pericolante collaborativo e le prese di bloccaggio. Le prese di trasporto con pericolante incosciente. La fase subacquea, tecnica di immersione, discesa sul fondo. Tecniche di sostegno e di galleggiamento:

  • Prese e liberazioni.

Il soccorso acquatico con attrezzatura di salvataggio (asta, salvagente): esercitazioni di soccorso. I trasporti a terra (a pompiere, a sella), trasporti in acqua dei traumatizzati (blocco al mento o alla testa) Simulazioni di azioni di salvataggio Trasporto in emergenza del traumatizzato con ausili di soccorso e trasporti a braccio: 

  • La tavola spianale: utilizzo di ambienti acquatici.

L’attrezzatura di salvataggio, le imbarcazioni per il salvataggio, il salvataggio in mare;

  • I nodi: classificazione, utilizzo ed esecuzione pratica

Interventi di soccorso per annegamenti, traumi ed emorragie:  

  • Manovre per la disostruzione delle vie aeree in acqua.

Esercitazioni di nuoto ( eseguire metri 400 di nuoto continuato a stile libero ). Dimostrazione delle prove di esame in acqua. Esame Teorico-Pratico Il Corso per il conseguimento del Brevetto di Assistente Bagnanti prevede la fornitura di materiale didattico e audiovisivo e si conclude con un esame teorico sulle materie affrontate in aula, teorico-pratico per il primo soccorso e pratico in acqua. Prova teorico pratica Colloquio sulle materie previste dal programma delle lezioni teoriche e teorico pratiche. Colloquio sulle materie previste dal programma delle lezioni toriche di primo soccorso. Dimostrazione pratica su manichino delle tecniche di rianimazione cardiopolmonare. Prova pratica di nuoto

  • Nuotare 100 metri a crawl in meno di 1’40’’
  • Nuotare 50 metri in meno di 1’25’’ cosi effettuati: andata: 25 metri nuotati a crawl a testa alta al termine di essi recuperare un manichino da gara o figurante a una profondità di almeno 1,50. ritorno:25 metri di trasporto dal manichino o figurante con presa libera tra quelle codificate.
  • Nuotare 25 metri in apnea recuperando 3 oggetti sul fondo a distanza di almeno 5 metri l’uno dall’altro.
  • Nuotare 25 metri di trasporto del manichino o figurante con tre diverse tecniche di trasporto.

TIROCINIO DI FORMAZIONE (30 ore) Deve essere svolto presso piscine affiliate alla F.I.N., centri di formazione o stabilimenti balneari nei quali è presente un Allenatore di nuoto e nuoto per Salvamento che possa certificarne l’avvenuto espletamento.  

Icon
Manuale del corso per Assistenti Bagnanti

Scarica il manuale del corso per Assistenti Bagnanti della Federazione Italiana Nuoto

 

Dal seguente link puoi scaricare tutti i moduli necessari per l’iscrizione al corso.  

https://www.federnuoto.it/formazione/salvamento-didattico.html